Tares

Niente aumento per i rifiuti grazie al "porta a porta"

Oggi raccogliamo i frutti della scelta coraggiosa del 2009 della Giunta Vanin

domenica 08 dicembre 2013 · Territorio e Ambiente · di: Angelo Zanella
condividi:
  • 08.12.2013 · Territorio e Ambiente · di: Angelo Zanella
    condividi:
  • Lo si deve a una coraggiosa scelta del 2009 della Giunta Vanin se Cavallino-Treporti si distingue in tutto il territorio provinciale per non aver dovuto provvedere all'aumento del costo per l’asporto rifiuti ai danni di famiglie e imprese.

    Solo grazie all'introduzione del sistema di raccolta rifiuti "porta a porta" al posto di quella a cassonetto, utilizzato fino al 2009, né con la tariffa di igiene ambientale TIA, né con il brevissimo passaggio alla TARES nel 2013, si sono resi necessari degli aumenti.

    E' stata quella scelta che ha inciso in maniera determinante sia sulla qualità ambientale, sia sulle economie per i nostri cittadini: una rivoluzione vincente di cui oggi sta beneficiando l'intera comunità di Cavallino-Treporti.

    Il calcolo diverso delle superfici assoggettate a TARES rispetto a quelle della TIA comporta piccole variazioni delle bollette per i campeggi ma per tutte le altre utenze ci sarà invarianza, se non in alcune categorie addirittura una contrazione dei costi.

    Sottolineiamo con soddisfazione questi risultati che sentiamo molto nostri, ma nel contempo rimarchiamo l’immobilismo della giunta Orazio su un doveroso studio delle produzioni di rifiuti che doveva essere avviato già nel 2011 e che avrebbe aiutato l’amministrazione a fissare tariffe maggiormente eque. I risultati di questo studio ci avrebbero consentito di fissare le tariffe non più applicando i coefficienti standard sulle produzioni di rifiuti, che si sono rivelati spesso poco veritieri, e di rispettare quindi il principio di chi più produce più paga.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento