Gallo Nero degrado

L’ex birreria Gallo Nero a Ca’Pasquali nel degrado e abbandono

Chi ha la responsabilità del bene dovrebbe preoccuparsi di restituire a quell’area un minimo di decoro e pulizia. Richiesto l'intervento della Polizia Municipale

sabato 09 maggio 2015 · Territorio e Ambiente · di: Redazione
condividi:
  • 09.05.2015 · Territorio e Ambiente · di: Redazione
    condividi:
  • Purtroppo nel nostro territorio non mancano le situazioni di trascuratezza e disordine, sia pubbliche sia private, che provocano, oltre alle legittime rimostranze dei cittadini, anche una diffusa indignazione, in quanto la cura dell’immagine e il decoro sono aspetti di primaria importanza per una località che vive di turismo e accoglienza.

    Uno degli ultimi, in ordine di tempo, monumenti al degrado è dato dallo stato di abbandono in cui versa ormai da tempo l’ex birreria Gallo Nero a Ca’Pasquali e in particolare l’ampia area esterna adiacente alla via Fausta.

    L’insuccesso di quell’iniziativa imprenditoriale non può che dispiacere, perché al di là di ogni altra considerazione, il recupero e il riutilizzo di quegli edifici storici rappresentava un’occasione di potenziale crescita dell’offerta commerciale e di ristorazione del litorale, nonché un’opportunità occupazionale.

    Le cose sono andate male e adesso vanno ancora peggio perché quello che era stato, per pochissimo tempo, purtroppo, un segnale di novità e di vivacità, si è trasformato in una delle scene più desolanti di Cavallino-Treporti.

    Ma per rendere meno dolorosa quella ferita, basterebbe che il curatore fallimentare, che ha la responsabilità di amministrare il patrimonio e di gestire e preservare il bene in attesa della definizione delle procedure, provvedesse almeno a far tagliare l’erba e a restituire un minimo di presentabilità a quel contesto, anche se il locale è chiuso.

    “Non è certamente corretto, in primo luogo, costringere gli abitanti di Ca’Pasquali a dover convivere con una tale esibizione di negligenza e disinteresse – sottolinea il consigliere comunale Erminio Vanin –. Ma è poco edificante, anzi imbarazzante, che una località turistica come la nostra offra una ‘cartolina’ così desolante ai propri ospiti e visitatori. Per di più lungo la principale arteria stradale del litorale, in uno degli incroci più importanti per quanto riguarda l’accesso al mare e direttamente sulla pista ciclabile utilizzata da centinaia di persone ogni giorno”.

    Come già fatto in passato per altre situazioni di sporcizia e incuria, segnaliamo questo articolo alla Polizia Municipale di Cavallino-Treporti, auspicando un loro intervento nei confronti di chi ha la responsabilità di tenere in condizioni dignitose questo luogo.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento