tornello 1

Actv sempre peggio: all'imbarcadero di Punta Sabbioni funzionano solo la metà dei tornelli

I passeggeri costretti in coda perché da giorni i varchi sono “fuori servizio”

venerdì 04 luglio 2014 · Territorio e Ambiente · di: Erminio Vanin
condividi:
  • 04.07.2014 · Territorio e Ambiente · di: Erminio Vanin
    condividi:
  • Prima uno, poi due e ieri si è rotto anche il terzo: dei sei tornelli dell’imbarcadero dell’Actv di Punta Sabbioni questa mattina, come si può vedere dalla fotografia, ne funzionavano solo tre. 

    E poiché siamo in piena estate, inevitabilmente si si sono formate code di gente con il biglietto e l’abbonamento in mano, costretti ad attendere il proprio turno per superare i pochi varchi che si aprono.

    Chissà se mentre stiamo scrivendo l’Azienda ha provveduto ad aggiustare le barriere e a togliere quei tre cartelli “fuori servizio”, due dei quali sono lì da diversi giorni, o se la gente dovrà pazientare ancora perché finalmente qualcuno si decida a intervenire.

    Se i responsabili non si danno una mossa, dobbiamo solo sperare che nel frattempo non ci sia una giornata di pioggia, di quelle cioè in cui migliaia e migliaia di turisti da tutte le spiagge si riversano a Punta Sabbioni: se tutti saranno costretti a passare attraverso tre soli tornelli, allora le code arriveranno sino al bar da Scarpa!

    La convivenza tra pendolari e turisti è sempre un po’ problematica, ma a renderla ancor più difficile ci pensa sempre l’Actv che certo non offre un servizio adeguato a quei 7 euro che chiede di biglietto a una persona che vuole raggiungere Venezia (che per una famiglia di quattro persone, tra andata e ritorno, significa pagare oltre 50 euro!)

    Quello dei tornelli guasti è l’ennesimo episodio di incuria e di menefreghismo di un’azienda pubblica che mai come in quest’ultimo periodo sta trattando a pesci in faccia Cavallino-Treporti.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento