foto squadra

Nona vittoria consecutiva del Basket Litorale Nord: la C non è un miraggio

Ennesima straordinaria prestazione di Riccardo Serena

giovedì 30 gennaio 2014 · Sport · di: Redazione
condividi:
  • 30.01.2014 · Sport · di: Redazione
    condividi:
  • Il basket è un gioco di squadra e nei giochi di squadra si suol dire che un singolo giocatore non può da solo vincere le partite. Domenica scorsa, sul parquet del palazzetto di Ca’Savio, nella gara vinta contro l’ostica compagine vicentina del Summano, il numero 12 del Litorale Nord, che risponde al nome di Riccardo Serena, ha una volta ancora messo in discussione questo assunto. 

    Agatha Christie diceva che «un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova». Ora, se gli indizi, ovvero le partite in cui Serena in campo ha fatto la differenza, cominciano a essere ben più di tre, siamo forse di fronte a una certezza?

    Lasciando perdere le frasi fatte e anche quelle famose, è indiscutibile che la nostra squadra di basket disponga di un giocatore di categoria superiore, che da solo non può vincere le partite ma di sicuro è in grado di evitare qualche sconfitta, non solo mettendo tanto fieno in cascina (22 i punti realizzati anche domenica scorsa) ma anche dando sicurezza, equilibrio e lucidità alla squadra nei momenti in cui sbanda.

    Sono nove, quindi, le vittorie consecutive che i gialloblù hanno inanellato, confermandosi una delle principali pretendenti alla promozione. Il merito di questo autorevole percorso, che ci auguriamo possa essere coronato dal successo finale, è davvero da attribuire a più di un fattore: all’ottima qualità della rosa dei giocatori, all’esperienza e determinazione di coach Marco Romanin, alla goliardica ma efficace presenza in panchina e nello spogliatoio del vice Lorenzo Torcellan, alla passione e all’impegno, anche economico, del presidente Moreno Vanin, al prezioso contributo dello staff tecnico e dirigenziale, all’entusiasmo crescente di un pubblico sempre più numeroso.

    Insomma, il salto di categoria non è un miraggio, nonostante la disavventura della penalizzazione di 4 punti, che però la dirigenza della società conta ancora di mettere in discussione. Sono i numeri a indicare questo traguardo: 15 partite vinte sulle 18 sin qui disputate; nessuna sconfitta casalinga; seconda miglior difesa tra tutte le squadre di serie D e C regionale.

    E se, come diceva Platone, “i numeri governano il mondo”, conteranno pur qualcosa in un campionato di basket…

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento