basket litorale 2014 2015

Basket. Grazie al Litorale Nord, Cavallino-Treporti riassapora la Serie C

Esordio casalingo da tutto esaurito domenica 28 settembre al palazzetto di Ca’Savio

sabato 27 settembre 2014 · Sport · di: Redazione
condividi:
  • 27.09.2014 · Sport · di: Redazione
    condividi:
  • Dopo tanto tempo torniamo a riassaporare il piacevole gusto della “serie C”.

    Domenica 28 settembre, alle ore 18, si scrive una data storica per lo sport e in particolare per la pallacanestro di Cavallino-Treporti: sul parquet dell’impianto di Via Pisani a Ca’Savio l’Asd Litorale Nord “Punta Gialla” fa il suo esordio casalingo nel campionato regionale di serie C, affrontando la squadra trevigiana di Riese.

    Non si tratta dell’esordio assoluto dei gialloblu in questa categoria, perché la settimana scorsa i ragazzi di coach Romanin si sono imposti per 64 a 56 in trasferta, nella prima giornata di campionato, superando una delle compagini più quotate del raggruppamento.

    Insomma, se il buon giorno si vede dal mattino, da domani, e speriamo per molte stagioni, rivivremo la bellissima avventura degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso (fa sempre un certo effetto proporre così il recente passato). 
    Erano gli anni della “Serenissima”, società poi scioltasi, gli anni di Stefano Gattoni coach energico e carismatico, dei tanti atleti ‘foresti’ ma anche ‘nostrani’, come Andrea Costa, Alberto Carnio, Luca Rigutto, la cui passione per questo sport li porta ancora oggi nello stesso palazzetto di Ca’Savio dove hanno giocato; dove ogni domenica le tribune si riempivano di gente all’inverosimile, di tifo e di calore (un caldo, ieri come oggi, vero e proprio!), dove le mura sono ancora intrise di grida e incitamenti, alcuni indimenticabili come quelli del compianto Loly Dalla Mora, a cui rivolgiamo un caro ricordo, rievocando quel suo originalissimo “per la Serenissima un caffè, olè”.

    Da allora di palle a canestro ne sono finite tante e tante, ahinoi, sono finite fuori. Quello che è certo è che il Litorale Nord ha saputo rinverdire quei fasti con pazienza e perseveranza, senza mai fare il passo più lungo della gamba, crescendo stagione dopo stagione, dovendosi fatalmente - dato il limitato serbatoio di un paese di tredicimila abitanti - rinforzare con giocatori esperti provenienti da fuori, ma mantenendo un solido assetto societario e la connotazione di un sodalizio che si regge essenzialmente sull’amicizia e sulla condivisione di una grande passione per la pallacanestro.

    Questo è il risultato di un prezioso lavoro fatto in primis dal presidente, Moreno Vanin e dai dirigenti della società, ma anche da chi siede in panchina, perché di panchina ‘pesante’ si tratta: il peso non certamente fisico ma di enorme esperienza e conoscenza del basket dell’allenatore Marco Romanin; il peso della professionalità di Irene Cover, ottimo preparatore atletico; il peso certamente fisico ma anche di entusiasmo e coinvolgente espansività del vice coach Lorenzo Torcellan.

    Non possiamo, d’altro canto, tacere l’impegno e la dedizione dei giocatori che la scorsa stagione, pur attraversando qualche momento di scarsa forma, hanno giocato un buon campionato, un po’ falsato da discutibili decisioni a tavolino della Federazione, dimostrando sul parquet di valere la categoria superiore. 

    Ebbene quella squadra è rimasta in sostanza la stessa e si è anzi rinforzata con qualche nuovo elemento che la serie C già l’ha vissuta. Dietro i titolari ci sono i nostri giovani del litorale che all’occorrenza saranno chiamati in causa e che devono sfruttare al meglio la possibilità di crescere accanto a gente che calca i parquet del Veneto da anni.

    Come già accade da qualche stagione, sarà il pubblico litoraneo a dare la carica in più che speriamo serva al Litorale Nord per raggiungere, magari anche senza affanni, l’obiettivo della salvezza. Ogni domenica gli spalti strapieni del palazzetto di Ca’Savio sono una gioia per l’animo, un piacere per gli occhi e una sofferenza per le orecchie. Ma quest’ultima è sicuramente sopportabile, soprattutto quando il fragore serve a mandare a canestro quei ragazzi vestiti di gialloblu.

     

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Torna la Lagoon Run in versione estiva

    Domenica 27 agosto, a Cavallino-Treporti, tra gli argini e le valli della laguna nord, è in programma una delle più affascinanti corse non competitive del Veneto

    martedì 22 agosto 2017 22.08.2017 · Sport · di: Redazione