la scuola dopolascuola

La scuola dopolascuola

Progetto innovativo che, grazie al volontariato, avvicina la scuola al territorio

sabato 07 dicembre 2013 · Scuola · di: Chiara Ballarin
condividi:
  • 07.12.2013 · Scuola · di: Chiara Ballarin
    condividi:
  • Il Consiglio di Istituto “Daniele Manin” ha approvato il progetto “La Scuola DOPOlaSCUOLA”, attraverso il quale il mondo scolastico si apre alla collaborazione con il territorio.

    Protagonisti sono le associazioni e i singoli cittadini che volontariamente si prestano per far conoscere le loro esperienze e competenze agli alunni.

    Gli ambiti di attività previsti sono:
    - arte, musica e spettacolo (responsabile Silvia Sachero);
    - comunicazione, turismo e globalizzazione (responsabile Marina Nichetto);
    - informatica e nuove tecnologie (responsabile Marco Basile);
    - sport e cultura fisica (responsabile Moreno Vanin);
    - educazione alla solidarietà, alla cittadinanza e alla politica (responsabile Chiara Ballarin);
    - studi umanistici (responsabile Sandra Bozzato);
    - scienze, tecnologia e sostenibilità (responsabile Daniele Carbone).

    I responsabili, che insieme compongono il gruppo di gestione del progetto, sono consiglieri di Istituto e a loro spetterà il coordinamento delle varie attività.

    Le iniziative, che in alcuni casi saranno rivolte anche ai familiari degli alunni, prenderanno avvio nei primi mesi del 2014 e comprendono, tra l’altro, uscite nel territorio, corsi di disegno e informatica, attività ludiche e sportive, incontri con persone di madrelingua non italiana.
    Anche se alcune di queste saranno attuate durante l’orario scolastico, l’aspetto innovativo è l’apertura delle scuole ad attività non strettamente condotte da docenti, anche di pomeriggio, in orario extrascolastico.

    Tutta la progettualità, approvata dal gruppo di gestione e realizzata, farà parte del Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto.

    Quest’anno, quindi, l’Istituto Manin guarda con ancor più interesse al contesto sociale e territoriale nel quale opera e accoglie la grande risorsa del volontariato che permetterà alla scuola di crescere come luogo di cultura e di incontro di esperienze diverse.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Un Natale modellato con l’argilla

    Allestito nell’atrio della Carpaccio a Ca’Savio un mercatino con le creazioni dei ragazzi delle seconde classi

    lunedì 09 dicembre 2013 09.12.2013 · Scuola · di: Chiara Ballarin