classe vuota

A quale scuola iscrivere i propri figli? Ci saranno ancora le medie di Cavallino?

Sono i quesiti che si pongono in questo periodo molti genitori. Dal prossimo anno saranno disponibili nuovi spazi e ciò determinerà scenari diversi. Su questo tema incontro pubblico venerdì 31 gennaio a Cavallino

giovedì 30 gennaio 2014 · Scuola · di: Angelo Zanella
condividi:
  • 30.01.2014 · Scuola · di: Angelo Zanella
    condividi:
  • “A quale scuola iscrivo mio figlio?”, “meglio il tempo pieno o quello normale?”, “i plessi scolastici di Cavallino-Treporti saranno gli stessi degli scorsi anni?”.
    Sono queste alcune domande, probabilmente le più ricorrenti, che i genitori si pongono in questo periodo: il mese di febbraio, infatti, è quello in cui si deve maturare la scelta per la richiesta di ammissione alle scuole dell’infanzia (materna), alla primaria (elementari) e alla secondaria (medie).

    Nel nostro Comune i plessi scolastici sono presenti in numerose frazioni, ma, alla luce dei lavori di ampliamento che si stanno realizzando alla cosiddetta “Manin nuova” di Ca’Savio, quella di fronte alla chiesa per intenderci, molti si chiedono cosa succederà il prossimo anno scolastico.

    Entro dicembre di quest’anno, stando a quanto ha assicurato la Giunta comunale, sarà portata a termine la costruzione di una nuova ala dell’edificio, verso via Cividale. Qui troveranno posto una palestra  scolastica completa di servizi e spogliatoi a piano terra, nuove aule per la primaria dislocate su due piani sino a raggiungere il numero complessivo di dieci, una mensa più funzionale a piano terra per la materna e altri spazi per i servizi.

    Sarà così possibile concentrare tutte le classi della “Manin” in un unico edificio, liberando in tal modo il piano terra della “Carpaccio” di via Pisani che, da quando è stata chiusa la “Manin vecchia” in centro a Ca’Savio, ospita quattro classi della primaria. Nella “Carpaccio” potranno, quindi, essere ripristinate alcune aule laboratorio, tra cui quelle di musica e arte, attualmente utilizzate dalle classi medie per l’attività scolastica quotidiana.

    A questo aggiungiamo che potrebbe entrare in gioco anche una diversa distribuzione degli spazi alla “Pascoli” di Cavallino. Già quest’anno sono stati effettuati dei cambiamenti per esigenze di organizzazione e di ottimizzazione dell’attività del personale: le due classi delle scuole medie sono state portate sullo stesso piano di quelle della scuola primaria (non senza qualche polemica), lasciando praticamente vuoto il piano terra.

    La domanda che sorge spontanea, in base a quanto sopra esposto, è: questa Giunta ha intenzione di chiudere la sezione della scuola media di Cavallino, portandola a Ca’Savio, attuando così un disegno che ha in mente da tempo e che colpevolmente non ha mai dichiarato con chiarezza?

    Vero è che le classi medie si sono ridotte a due, nemmeno un intero ciclo, e che dal punto di vista organizzativo e della didattica la situazione non è delle più felici.

    Ma è anche vero che se questa dovesse essere la decisione dell’attuale Amministrazione, per Cavallino si tratterebbe della perdita di un altro servizio e spingerebbe probabilmente molti genitori, come è spesso avvenuto, a portare i loro figli alle scuole di Jesolo, venendo così fortemente indebolito quel senso di  appartenenza alla nostra comunità che si coltiva già dai banchi di scuola.

    Si tratta di valutare, comunque, quale sia il minore dei mali e questa valutazione va fatta informando e coinvolgendo la popolazione, non certo calando la decisione dall’alto.

    Quale essa sia, poi, l’importante è che sia presa nell’interesse prioritario dei nostri bambini e ragazzi, affinché sia garantita loro la miglior soluzione dal punto di vista formativo, educativo e didattico.

    Su questi temi i cittadini avranno modo di far sentire la loro voce nell’incontro pubblico con il sindaco e la Giunta comunale che si terrà venerdì 31 gennaio, alle ore 17.30, presso il Centro Pascoli di Cavallino.

     

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Un Natale modellato con l’argilla

    Allestito nell’atrio della Carpaccio a Ca’Savio un mercatino con le creazioni dei ragazzi delle seconde classi

    lunedì 09 dicembre 2013 09.12.2013 · Scuola · di: Chiara Ballarin

    La scuola dopolascuola

    Progetto innovativo che, grazie al volontariato, avvicina la scuola al territorio

    sabato 07 dicembre 2013 07.12.2013 · Scuola · di: Chiara Ballarin