coletto

Quale Ulss per Cavallino-Treporti? Zanella: “Dall’assessore Coletto parole incoraggianti”

Per l’assessore regionale alla sanità non è opportuno mettere in discussione l’attuale collocazione nella Ulss Veneziana

venerdì 30 settembre 2016 · Sanità e Sociale · di: Redazione
condividi:
  • 30.09.2016 · Sanità e Sociale · di: Redazione
    condividi:
  • “Torniamo da Venezia rinfrancati e con solide speranze di chiudere questa vicenda con soddisfazione per Cavallino-Treporti. Il Consiglio regionale dovrà pronunciarsi definitivamente, ma dall’assessore alla sanità abbiamo avuto indicazioni incoraggianti. Anche lui ritiene inopportuno mettere in discussione l’attuale nostra collocazione nella Ulss Veneziana".

    Lo ha detto il capogruppo della Civica Cavallino-Treporti, Angelo Zanella, subito dopo l’incontro tenutosi stamane a Venezia tra l’assessore regionale Luca Coletto e una rappresentanza del Consiglio Comunale di Cavallino-Treporti e delle Associazioni litoranee che operano in ambito socio-sanitario, in merito alla proposta avanzata nei giorni scorsi dalla Giunta veneta di accorpare il territorio comunale di Cavallino-Treporti alla Azienda sanitaria del Veneto Orientale (futura Ulss 4), smembrandolo da quella Veneziana (futura Ulss 3).

    “Abbiamo ribadito la nostra assoluta contrarietà a questa ipotesi – sottolinea Zanella –, già espressa in modo chiaro e inequivocabile con un documento approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale martedì scorso e ribadita in modo convinto dalle nostre associazioni”.

    “All’assessore Coletto, a cui va il nostro grazie per l’attenzione che ci ha prestato – conclude Angelo Zanella – ,  ho ribadito l’auspicio della creazione di una unica Ulss provinciale, grazie alla quale il nostro territorio acquisterebbe quella centralità che metterebbe la parola fine a questa diatriba sterile sulla nostra collocazione territoriale sanitaria. Continueremo, comunque, a essere vigili".

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento