volontari riunione.jpg

Insieme ai Volontari del Soccorso Croce Verde per difendere il diritto alla salute della popolazione di Cavallino-Treporti

lunedì 17 dicembre 2018 · Sanità e Sociale · di: Redazione
condividi:
  • 17.12.2018 · Sanità e Sociale · di: Redazione
    condividi:
  • Questa sera, alle ore 20, al centro polivalente di Ca’Savio, si terrà una riunione importante, forse una delle più importanti di sempre per il tema che viene trattato e che riguarda da vicino ognuno di noi: il futuro del servizio urgenza ed emergenza del 118 svolto dai Volontari del Soccorso Croce Verde di Cavallino-Treporti.

    Come è noto, la preziosa attività di questa storica e benemerita associazione  è stata negativamente condizionata a seguito del passaggio del nostro territorio dall’Ulss Veneziana a quella del Veneto Orientale.

    Da allora è iniziato un periodo difficile, logorante per chi gestisce questo servizio essenziale a favore della popolazione, caratterizzato da insidie, promesse mancate, attese snervanti di rinnovi di convenzioni arrivati sempre in extremis, atteggiamenti sfuggenti di chi ha responsabilità di gestione della sanità e del nostro stesso Comune.

    I Volontari del Soccorso per difendersi e per difendere tutti noi cittadini di Cavallino-Treporti sono stati addirittura costretti, con grande dispendio economico, a ricorrere al TAR, dove i giudici hanno dato loro ragione. Ma non paga della sconfitta incassata, la direzione dell’Ulss del Veneto Orientale ha deciso di presentare appello contro la sentenza del Tribunale Amministrativo, proponendo  ricorso al Consiglio di Stato e obbligando così i Volontari a un ulteriore pesante esborso per difendere non più solo le proprie ragioni, ma di fatto ormai la propria esistenza.

    E intanto, a quindici giorni dalla scadenza della convenzione per il servizio di emergenza del 118, dall'Ulss 4
    ancora una volta viene una proposta di rinnovo a breve scadenza. Ma quel che è peggio,  condizionata per la durata all'esito dalla sentenza del Consiglio di Stato.

    Ecco perché è importante che la popolazione di Cavallino-Treporti dimostri la propria vicinanza ai Volontari: partecipare alla riunione di stasera significa non solo salvaguardare un’associazione che appartiene a tutti noi, significa impedire che le ambulanze della Croce Verde di Cavallino-Treporti rimangano ferme nel parcheggio, significa soprattutto difendere il nostro imprescindibile diritto alla salute.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento