tradizionale serata porchetta ca vio

Tradizionale serata della porchetta a Ca'Vio

L’appuntamento si ripete ininterrottamente dal 1987 alla trattoria Zanetti

sabato 21 dicembre 2013 · Eventi e Cultura · di: Erminio Vanin
condividi:
  • 21.12.2013 · Eventi e Cultura · di: Erminio Vanin
    condividi:
  • Serata della porchetta questa sera a Ca’Vio, alla trattoria Zanetti, o “da Fuser”, come ancora più di qualcuno la chiama, in quello che ancora è uno dei più tradizionali punti di incontro e di ritrovo del litorale.

    Dal 29 dicembre del 1987 questo appuntamento annuale si ripete ininterrottamente e richiama tanta gente, prevalentemente di questa frazione ma anche da altre parti del nostro territorio.

    Ogni anno, nel giorno della festa, la mattina prestissimo il possente maiale viene sistemato su un altrettanto grande spiedo e per tutto il giorno, lentamente, cuoce per essere pronto verso le ore 20, quando cominciano la cena e il divertimento. 

    Promotori e organizzatori di questo popolare raduno sono Giorgio Scarpi “Scartino” e Danilo Bozzato “Conte”, che, avvalendosi di tanti collaboratori alternatisi negli anni, tengono viva questa consuetudine, nata la bellezza di oltre venticinque anni fa con lo scopo di finanziare l’allora squadra del Ca’Vio che, vestendo gli inconsueti colori grigio rosso, partecipava agli animatissimi tornei delle Isole e dei bar.

    “Oggi la squadra non c’è più – spiega il Conte – e il nostro obiettivo è ora quello di acquistare, con il ricavato delle cene di questi anni, una caorlina da mettere a disposizione di quanti vorranno imparare a vogare alla veneta. La cifra non l’abbiamo ancora raggiunta ma finché la festa resiste prima o poi ce la faremo. Quello che conta è che questo ritrovo annuale da Zanetti continui a essere un momento di grande piacere, anche ricordando gli amici che nel frattempo ci hanno lasciato, ai quali dedichiamo con nostalgia ma con immutata spensieratezza, come loro vorrebbero, il nostro stare insieme”. 

    Difficile, infatti, è dimenticare, personaggi, per citarne alcuni, come Gianfranco Enzo “Ciancio”, che di porchette sullo spiedo in riva al Pordelio ne ha cucinate più d’una, o Maurizio Zanella “Pantera” che del Ca’Vio è sempre stato una delle colonne. 

    Mentre scriviamo i 150 chili di maiale stanno pian piano raggiungendo la giusta cottura, come si vede nella foto, sotto gli occhi vigili – anche se sempre un po’ più lucidi causa ombre – degli addetti allo spiedo.
    Ma è proprio questo lo spirito della serata della porchetta a Ca’Vio.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento