Nijs

L’olandese che cambiò le sorti di Cavallino torna alle “sue” porte

Iniziativa culturale e gastronomica alla “Locanda alle Porte 1632” organizzata dall’associazione “Tra Mar e Laguna”

domenica 20 settembre 2015 · Eventi e Cultura · di: Redazione
condividi:
  • 20.09.2015 · Eventi e Cultura · di: Redazione
    condividi:
  • “Il ritorno di Daniel Nijs” è l’appropriato titolo che l’associazione “Tra Mar e Laguna” ha dato all’originale e interessante iniziativa che si terrà mercoledì prossimo, 23 settembre, alla “Locanda alle Porte 1632” di Cavallino (anche se  amministrativamente nella jesolana via Cristo Re).

    Il mercante fiammingo che visse a lungo nelle terre della Serenissima e che quasi 400 anni fa fece costruire le conche di navigazione che collegarono il corso allora del Piave oggi del Sile alla laguna veneziana, cambiando di fatto con quest’opera pubblica la storia e il destino dei nostri luoghi, viene celebrato con un duplice appuntamento: alle ore 18 la presentazione di un libro a lui dedicato da Christina M. Anderson e alle ore 20 una cena in Locanda con la stessa autrice britannica, ricercatrice dell’Università di Oxford, (che parla perfettamente l’italiano), per deliziarsi con un menù dai sapori fiammingo-veneziani.

    “The Flemish Merchant of Venice: Daniel Nijs and the Sale of the Gonzaga Art Collection” (Il mercante fiammingo di Venezia: Daniel Nijs e la vendita della collezione d’arte Gonzaga) è il titolo dell’opera così descritta nella presentazione della Biblioteca Nazionale Marciana: “Il volume ricostruisce in maniera esaustiva i complessi rapporti che Daniel Nijs… intrattenne nel mondo del commercio veneziano, fornendo uno spaccato ricco e preciso di come si muoveva nelle complesse operazioni di mercatura, e ricostruendo a tutto tondo il ruolo che seppe ritagliarsi sul palcoscenico della Venezia del primo Seicento”.  In questo libro si racconta in particolare la sua operazione più famosa, ma anche più sfortunata perché lo portò alla rovina economica, cioè la mediazione nella vendita della collezione d’arte dei Gonzaga di Mantova a Carlo I d’Inghilterra.

    Ma per noi Nijs è soprattutto quell’imprenditore di opere pubbliche che fece costruire le “porte del Cavallino” che facilitarono enormemente il commerci via acqua tra la Dominante e il nord-est del Veneto e il Friuli.

    Per informazioni e prenotazioni telefonare alla “Locanda alle Porte 1632” ai seguenti numeri: 0421 371760 – cell. 320 0412050.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento