TARES.jpg

Entro il 31 dicembre il pagamento del saldo tares e dell’iniquo balzello allo stato

Confusione per il ritardo di Veritas negli avvisi di pagamento e l’assenza di informazione del Comune

martedì 17 dicembre 2013 · Economia · di: Angelo Zanella
condividi:
  • 17.12.2013 · Economia · di: Angelo Zanella
    condividi:
  • E’ un fine anno intasato dagli obblighi fiscali per imprese e famiglie. Alle incertezze sull’entità del saldo IMU, scaduto il termine giusto ieri, vanno ad aggiungersi i ritardi e i silenzi sul pagamento della TARES perché a tutt’oggi a gran parte dei cittadini deve ancora pervenire la “bolletta”,

    E’ bene fare un po’ di chiarezza, vista la confusione di notizie che si rincorrono e sovrappongono e al contemporaneo il colpevole silenzio del Comune, per ricordare ai cittadini di Cavallino-Treporti che dovranno pagare entro il 31 dicembre la TARES rifiuti, che grazie ai buoni risultati della raccolta ‘porta a porta’, come abbiamo già detto, non subirà incrementi rispetto alla TIA dello scorso anno.

    Ma non finisce qui, ricordiamo alle famiglie e imprese che dovranno pagare entro il 31 dicembre anche la cifra di 30 centesimi al metro quadrato di TARES servizi indivisibili allo Stato tramite F24, modello che Veritas, ente gestore del servizio incaricato dal Comune alla riscossione, invierà con l’avviso di pagamento dell’ultima rata della TARES rifiuti.

    Questa nuova imposta è quanto di più iniquo esista perché calcolata con una tariffa unica sui metri quadrati degli edifici indistintamente per abitazioni, ristoranti, hotel o ville e peserà ulteriormente su famiglie e imprese senza un reale beneficio, senza alcun servizio reso, e vede i Comuni direttamente, o nel nostro caso per tramite di Veritas, svolgere il ruolo di esattori per conto dello Stato. Questa sì è una vera e propria imposta patrimoniale!

    Speriamo che i ritardi nell’invio delle bollette non creino ulteriori disagi ai cittadini, anche in considerazione delle numerose giornate di festa da qui alla fine dell’anno, che vedranno crescere le code agli sportelli di poste e banche di Cavallino, Treporti e Ca’Savio.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento