venditore abusivo in spiaggia

Zanella: “Venditori abusivi in spiaggia, un fenomeno che peggiora”

Dalla Lista Civica l'iniziativa regolamentare per colpire il sovraffollamento delle abitazioni affittate agli extracomunitari

venerdì 01 agosto 2014 · Dal Municipio · di: Redazione
condividi:
  • 01.08.2014 · Dal Municipio · di: Redazione
    condividi:
  • “Quando nei mesi scorsi è stato discusso il testo del nuovo regolamento di polizia urbana, la Lista Civica di Cavallino-Treporti si è impegnata a far inserire una precisa norma che colpisse il sovraffollamento dei luoghi adibiti ad abitazione, in modo da disincentivare quelle situazioni in cui, soprattutto gli extracomunitari, si ammucchiano in condizioni indecorose, anche dal punto di vista igienico, in pochi metri quadri di spazio. Ci fa piacere sapere che questa norma è ora utilizzata e fatta rispettare con puntualità da parte della Polizia Municipale e dei Carabinieri”.

    Commenta così il consigliere comunale della Lista Civica, Angelo Zanella, i recenti interventi delle forze dell’ordine che hanno portato all’emissione di un’ordinanza di sgombero nei confronti di una ventina di extracomunitari che occupavano tre piccoli bungalow, affittati da alcuni cingalesi.

    “E’ questo uno degli aspetti più vergognosi dell’invasione estiva che subiscono le località balneari ogni anno – prosegue Zanella –: non è ammissibile che degli esseri umani vivano in condizioni di tale degrado e che ad approfittarne siano persone che pensano solo ad arricchirsi. Colpendo queste ultime cerchiamo in qualche modo di colpire un fenomeno che sta davvero degenerando e procurando danni all’immagine e all’economia turistica, già sfibrata da una stagione disgraziata sotto molti punti di vista”.

    “Per fronteggiare questa situazione che peggiora costantemente bisognerebbe attuare delle politiche ben più energiche – sottolinea ancora Zanella –. Aumenta il numero dei venditori abusivi in spiaggia e la loro presenza risulta essere sempre più invadente e sempre meno sopportabile per i residenti e gli ospiti che desiderano solo starsene un po’ in pace per godersi quel poco di sole che il tempo disgraziato di questa estate concede. Inoltre, alla sera, gruppi di questi venditori occupano gli accessi al mare, continuando con insistenza a propinare le loro cianfrusaglie, destando un senso di insicurezza che poco si concilia con la vocazione turistica del nostro territorio”.

    “E’ davvero avvilente dover assistere, come è accaduto alcuni giorni fa, a veri e propri regolamenti di conti tra venditori per questioni di prezzo o di occupazione del territorio – conclude il consigliere della Lista Civica –. La gente, di fronte a episodi violenti, non può che percepire la mancanza di controllo del territorio e un senso di illegalità: l’auspicio è che l’azione di presidio da parte delle forze dell’ordine sia continua e determinata”.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento