actv accesso prioritario residenti

Trasporti ACTV: la Civica chiede varchi prioritari anche per i residenti di Cavallino-Treporti

Presentato un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale

venerdì 27 maggio 2016 · Dal Municipio · di: Redazione
condividi:
  • 27.05.2016 · Dal Municipio · di: Redazione
    condividi:
  •  

    I consiglieri comunali della “Civica Cavallino-Treporti”, Angelo Zanella ed Erminio Vanin, hanno presentato un Ordine del Giorno da sottoporre al più presto all’esame e al voto del Consiglio Comunale.

    "Attraverso questo OdG - spiegano i due consiglieri - intendiamo rappresentare ufficialmente al sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Venezia l’istanza dell’assemblea comunale di Cavallino-Treporti di inserire gli approdi utilizzati per le linee di navigazione 14 e 15 dell’Actv tra quelli interessati alla sperimentazione dei varchi prioritari per residenti, lavoratori, studenti e passeggeri con ridotta capacità motoria".

    "Dopo aver appreso che la Giunta veneziana, nella deliberazione con la quale ha approvato l’avvio della suddetta iniziativa, non ha ricompreso gli approdi di Punta Sabbioni e della Pietà, caratterizzati da un forte afflusso di utenza turistica, tra quelli oggetto della sperimentazione - proseguono Zanella e Vanin - riteniamo doveroso chiederne l’immediato inserimento, interpretando in tal modo l’esigenza più volte espressa dai cittadini e pendolari di Cavallino-Treporti di creare negli imbarcaderi accessi agevolati per chi utilizza il trasporto pubblico ai fini di lavoro, di studio o di fruizione di servizi pubblici posti in centro storico (servizi sanitari, sportelli e uffici di Enti vari, tribunali, ecc.)".

    Nell’Ordine del giorno si richiede, inoltre, di estendere le agevolazioni previste per i residenti nel Comune di Venezia anche a quelli del Comune di Cavallino-Treporti.

    Ecco il testo dell'odg proposto:

    IL CONSIGLIO COMUNALE DI CAVALLINO-TREPORTI 

    appreso

    che la Giunta comunale di Venezia ha approvato in data 25 maggio 2016 una deliberazione attraverso la quale si dà avvio al progetto sperimentale per agevolare l’accesso agli imbarcaderi del servizio di trasporto pubblico lagunare a chi vive, lavora e studia in centro storico e per i passeggeri con ridotta capacità motoria, attraverso la creazione di varchi prioritari;

    considerato

    che tale sperimentazione avrebbe dovuto riguardare in particolare gli approdi che maggiormente subiscono problemi di sovraffollamento turistico;

    sottolineato

    che gli imbarcaderi utilizzati per lo svolgimento del servizio delle linee 14 e 15 dell’Actv (Punta Sabbioni e Pietà) sono notoriamente costretti a sopportare quotidianamente nei mesi estivi, ma anche in occasione del Carnevale, delle festività di Pasqua e Pentecoste e nel periodo delle gite scolastiche, un flusso massiccio di utenza turistica; 

     

    evidenziato

    ancora una volta il grave disagio che subiscono pendolari e utenti locali che, a causa dell’assalto di frotte di turisti e visitatori agli imbarcaderi di Punta Sabbioni e della Pietà, frequentemente non riescono a entrare nei mezzi di linea oppure sono obbligati, per arrivare in tempo nei luoghi di lavoro e di studio, a disdicevoli acrobazie e a un improprio utilizzo delle vie d’uscita per riuscire a imbarcarsi nelle motonavi e nei battelli;

    constatato

    che nella suddetta deliberazione del Comune di Venezia gli approdi delle linee 14 e 15 non sono tra quelli oggetto della sperimentazione

    CHIEDE

    al sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Venezia di allargare la sperimentazione delle corsie preferenziali negli approdi del trasporto pubblico di linea dell’Actv, approvata con deliberazione del 25 maggio scorso, agli imbarcaderi di Punta Sabbioni e della Pietà a Venezia, prevedendo l’estensione delle agevolazioni anche ai residenti nel comune di Cavallino-Treporti.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento