Parcheggio Cavallino Treporti

Semplificazione amministrativa o abbaglio

Il Comune rilascia un’autorizzazione per la realizzazione di un parcheggio temporaneo di 5000m2 con semplice firma

venerdì 06 dicembre 2013 · Dal Municipio · di: Angelo Zanella
condividi:
  • 06.12.2013 · Dal Municipio · di: Angelo Zanella
    condividi:
  • Molti cittadini di Cavallino-Treporti avranno notato la scorsa estate un nuovo parcheggio di fronte al Camping Union Lido e avranno pensato: finalmente sparirà il parcheggio selvaggio delle auto a bordo della Via Fausta.

    Altri passando per Ca’ Ballarin avranno esclamato stupiti: cavolo, che ci fanno quei lampioni di illuminazione pubblica in mezzo ai campi di patate e zucchine? Non avranno mica costruito una nuova strada?
    Le speranze dei primi sono andate presto deluse, dato che le automobili hanno continuato a sostare lungo la via alberata. All’interrogativo degli altri proviamo a rispondere.
    Quei lampioni non servono una nuova viabilità ma un parcheggio stagionale a servizio di una struttura ricettiva, autorizzato dal Comune.
    Incuriosirà tutti il fatto che per la realizzazione di questo intervento il Comune non abbia ritenuto necessario il rilascio di alcun permesso a costruire e che non fosse nemmeno opportuno acquisire l’ottenimento di un parere ambientale.

    Rispondendo, infatti, a una interrogazione presentata dalla Lista Civica, il Sindaco ha motivato questa inedita e straordinaria autorizzazione sostenendo che l’intervento soddisfaceva a un interesse pubblico, che non modificava lo stato dei luoghi e che il richiedente aveva presentato un permesso a costruire per la realizzazione di un sottopasso, grazie al quale si risolverà definitivamente il problema degli intasamenti del traffico all’ingresso del campeggio.
    Motivazioni e intenzioni perfino sensate, peccato però che sono state recepite con un provvedimento non previsto dalla normativa in materia né dai regolamenti comunali. I cittadini lo possono facilmente desumere visto che per interventi di minor impatto l’autorizzazione paesaggistica è sempre richiesta (tende, climatizzatori, recinzioni, ecc.).Spettacolare poi la preveggenza del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione straordinariamente e in via del tutto eccezionale ben 20 giorni prima che il richiedente presentasse il permesso per la costruzione del sottopasso!

    Quello che speravamo, quindi, fosse un procedimento autorizzativo semplificato di cui, oltre al campeggio Union, avrebbero potuto e dovuto beneficiare anche altri cittadini e aziende del litorale, in un territorio comunale gravato da vincoli ambientali talvolta eccesivi (es. analisi rocce e scavi per una recinzione di pali e rete) e dalle bizze della Commissione di Salvaguardia e dei Beni Ambientali (es. pareri sulle serre), altro non è che un grossolano e fastidioso abbaglio di chi amministra il nostro Comune.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento