vignetta actv 800x600

L’Actv lascia la gente a terra. Zanella, Vanin e Chiaranda al sindaco:“Convoca l’azienda”

Sono ancora i consiglieri comunali a denunciare i disservizi delle linee di navigazione, sollecitando un incontro con i responsabili dell’Actv

giovedì 07 agosto 2014 · Dal Municipio · di: Redazione
condividi:
  • 07.08.2014 · Dal Municipio · di: Redazione
    condividi:
  • Gli articoli apparsi sul nostro giornale hanno riproposto i gravi disagi che stanno subendo in questi giorni gli utenti dell’Actv. La situazione è peggiorata a tal punto che i pendolari di Cavallino-Treporti in più occasioni non sono riusciti a salire sui mezzi e sono stati lasciati a terra.
    I tre consiglieri comunali, Angelo Zanella, Erminio Vanin e Francesco Chiaranda, dopo le denunce e le iniziative da loro promosse nei mesi scorsi, tornano a occuparsi dei gravi problemi dei trasporti pubblici e chiedono, con la lettera inviata al sindaco che di seguito pubblichiamo, che siano convocati urgentemente i vertici dell’azienda.

    Noi, intanto, riproponiamo una vignetta di Marco Agazia del 2003: questa denuncia di oltre dieci anni fa, purtroppo, è tornata a essere di attualità.
     
    I sottoscritti consiglieri comunali, già promotori nei mesi scorsi dell’ordine del giorno sui servizi di trasporto pubblico di navigazione lagunare gestiti dall’Actv, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Cavallino-Treporti in data 29.04.2014, con la presente chiedono la convocazione urgente di un incontro con i vertici dell’azienda al fine di discutere l’attuale qualità dei servizi resi all’utenza e in particolare ai residenti, ai pendolari e agli ospiti del territorio litoraneo.

    Da aprile a oggi, infatti, nonostante le esortazioni e gli ammonimenti contenuti dal suddetto documento consiliare e le rassicurazioni fornite dai responsabili dell’azienda, la situazione è andata via via peggiorando, come peraltro emerge dalla cronaca di queste ultime settimane e dalle innumerevoli voci di protesta che si levano attraverso gli organi di stampa e i social network.

    Negli ultimi giorni, in particolare, la situazione è diventata del tutto insostenibile essendosi verificati vari episodi di passeggeri a cui non è stato possibile salire sui mezzi di trasporto e sono stati lasciati a terra. In molti casi questo vergognoso e inaccettabile disservizio ha colpito operai, impiegati, commercianti, artigiani e professionisti di Cavallino-Treporti che si stavano recando al posto di lavoro o stavano tornando a casa dopo una giornata di attività.

    E’ evidente che l’impegno che il sindaco e la Giunta comunale si erano assunti con l’approvazione del citato ordine del giorno “a vigilare attentamente sull’operato dell’Actv e in particolare sui servizi che coinvolgono gli utenti provenienti da Cavallino-Treporti e a riconsiderare e rafforzare il confronto con l’azienda dei trasporti e al fine di migliorare, modernizzare e velocizzare  il collegamento tra il litorale, il Lido e il centro storico veneziano”, alla luce di quanto è accaduto e sta accadendo, risulta purtroppo disatteso.

    E che la sollecitazione all’Actv di “potenziare da subito le corse nelle fasce orarie dei lavoratori pendolari, in considerazione dell’incremento dei flussi di passeggeri a Punta Sabbioni… dovuto all’arrivo dei turisti nei litorali” è rimasto quasi totalmente lettera morta.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento