pneumatici

Occhio ai vostri pneumatici: per alcuni c’è l’obbligo della sostituzione entro il 15 maggio

Sanzioni pesanti per chi monta gomme invernali “declassate” dopo tale data

venerdì 18 aprile 2014 · Cronaca · di: Redazione
condividi:
  • 18.04.2014 · Cronaca · di: Redazione
    condividi:
  • Dallo scorso martedì 15 aprile è scaduto l’obbligo per le auto di montare le gomme invernali.

    Nessuna scadenza per gli automobilisti fino all’arrivo del prossimo inverno, dunque?

    Nemmeno per sogno: nel nostro Paese le incombenze non finiscono mai.  

    Non tutti sanno, infatti, che se dopo il 15 maggio un automobilista viene trovato a guidare un mezzo che monta gomme invernali cosiddette “declassate”, rischia una sanzione che va da 419 a oltre 1.600 euro. E in alcuni casi è previsto addirittura il ritiro del libretto di circolazione e l’invio alla revisione del veicolo.

    Una circolare del gennaio scorso del Ministero dei Trasporti stabilisce che "l'uso dei pneumatici invernali non ha restrizioni di carattere temporale, purché abbiano come riferimento i parametri in carta di circolazione", cioè quelle misure dimensionali e prestazionali che garantiscono la sicurezza del veicolo.
    Ma c’è anche chi, nel rispetto della norma, avvalendosi di una deroga prevista dall’Unione Europea, usa gomme “declassate”, che costano meno ma hanno codici di velocità inferiori a quelli previsti dai libretti di circolazione.
    Solo gomme di questo tipo devono essere smontate; nessun obbligo, invece, per quelle con un indice di velocità compatibile con quanto riportato sul libretto di circolazione (codice di velocità uguale o superiore a Q, ossia a 160 km/h).

    Insomma, occhio ai pneumatici della vostra auto, verificate bene di che tipo sono e magari consultate l’officina o il gommista di fiducia, perché le multe sono davvero salate.
    Ma, sanzioni a parte, il cambio delle gomme è fortemente consigliato, sia perché usando quelle idonee al periodo stagionale si viaggia in condizioni di maggior sicurezza, sia per motivi di convenienza (l’usura dei pneumatici invernali d’estate è più elevata e causa maggiori consumi di carburante).

    Il possesso di un’automobile oggigiorno comporta oneri burocratici e costi sempre più gravosi. Non vi è dubbio che prima di tutto debba venire la sicurezza e che sia opportuno adottare tutte le precauzioni per eliminare i rischi.
    Ma, così come sono giustamente comminate le multe ai trasgressori, lo Stato dovrebbe anche favorire gli automobilisti che si comportano con giudizio e prudenza, ad esempio consentendo loro di dedurre fiscalmente le spese affrontate per garantire la propria sicurezza e quella degli altri sulla strada.
    Se in questo e in altri ambiti della nostra vita sociale, oltre a punire e reprimere doverosamente le irregolarità, le scorrettezze e le violazioni, fossero anche premiati i modi di agire virtuosi, forse i cittadini sentirebbero le istituzioni un po’ meno distanti da loro di quanto le sentano oggi.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Auguri Cavallino-Treporti !!!

    I migliori auguri dalla redazione de "Il Litorale", dall'Associazione "I Fari" e dalla "Civica Cavallino-Treporti"

    sabato 24 dicembre 2016 24.12.2016 · Cronaca · di: Redazione