imbarcadero Punta Sabbioni

Nasce CPCT, il Comitato Pendolari di Cavallino-Treporti, a tutela degli utenti del servizio di trasporto pubblico

"Siamo dei volontari che di fronte ai disagi a cui è costretta l'utenza di Cavallino-Treporti hanno deciso di fare squadra” spiega il presidente Roberto Rossi

giovedì 01 ottobre 2015 · Cronaca · di: Redazione
condividi:
  • 01.10.2015 · Cronaca · di: Redazione
    condividi:
  • Svolgere un'azione di impulso per migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico acqueo e su gomma, ma anche di verifica delle condizioni di viaggio dei passeggeri Actv e Atvo, di denuncia di disservizi e abusi, di tutela e di informazione dell'utenza.

    Con questo scopo si è costituito ufficialmente nei giorni scorsi il "Comitato Pendolari Cavallino-Treporti" (CPCT), formato da un gruppo di utenti - dipendenti, imprenditori, artigiani, studenti, ecc. - che quotidianamente utilizzano motonavi, battelli e bus per esigenze di lavoro o di studio.
    "Siamo dei volontari che, di fronte ai tanti disagi a cui è costretta l'utenza dei servizi di trasporto pubblico di Cavallino-Treporti, hanno deciso di ‘fare squadra', di coordinarsi per cercare di ottenere più attenzione da parte delle aziende e delle amministrazioni interessate", spiega Roberto Rossi, eletto presidente del Comitato dai soci fondatori che sono: Elisabetta Ballarin, Sabrina Cicutto, Andrea Dall'Angelo, Samuele Ghezzo, Lucio Guerra, Gabriele Sartorato, Mauro Smerghetto e Anna Trevisan.

    "Abbiamo già depositato il nostro statuto in Comune e contiamo di diventare interlocutori anche dell'amministrazione veneziana e della neonata Città Metropolitana - prosegue Rossi -. 
Il 2015 è stato un anno davvero difficile per i pendolari. 
Abbiamo subito due rincari tariffari consistenti che hanno fatto aumentare anche del 40% il costo degli abbonamenti, senza che un solo euro fosse reinvestito nel miglioramento dei servizi. Anzi, alcune corse sono state tagliate, i mezzi sono spesso sovraffollati, manca un’adeguata gestione degli imbarcaderi, i ritardi provocano il ‘salto’ di coincidenze, le informazioni all’utenza sono inadeguate e insufficienti”.


    In questa prima fase l’obiettivo del Comitato è di organizzarsi e farsi conoscere: "Più siamo e più riusciremo a dare forza e peso alle nostre istanze - sottolineano i componenti del direttivo - e non escludiamo di poter promuovere iniziative e di coordinarci anche con i comitati di pendolari di altre zone e comuni del nostro territorio".
    Il Comitato si è dotato di un indirizzo e-mail per l'invio di segnalazioni, adesioni e richieste di informazioni:  cpct2015@gmail.com

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Auguri Cavallino-Treporti !!!

    I migliori auguri dalla redazione de "Il Litorale", dall'Associazione "I Fari" e dalla "Civica Cavallino-Treporti"

    sabato 24 dicembre 2016 24.12.2016 · Cronaca · di: Redazione