truffa campanello

Attenzione ai truffatori che suonano alla porta, non fateli entrare

Nel litorale, in questi giorni, si aggirano falsi operatori dell'Enel che chiedono di leggere i contatori e le bollette: consigli su come comportarsi

martedì 24 marzo 2015 · Cronaca · di: Erminio Vanin
condividi:
  • 24.03.2015 · Cronaca · di: Erminio Vanin
    condividi:
  • Ca’Savio, lunedì 23 marzo, ora di pranzo. Suona il campanello.
    “Chi è?”
    Voce femminile: “Buongiorno, sono dell’Enel e dovrei effettuare la lettura del contatore”.
    “Non abbiamo il contatore in casa, è all’esterno e voi dovreste saperlo…”
    Voce femminile: “Si, lo sappiamo, ma abbiamo bisogno anche di una bolletta per un’ulteriore verifica”.
    “Io non ho una bolletta sottomano, ripassate più tardi”.
    Voce femminile: “Se mi apre ci sbrighiamo in pochi minuti…”
    “Le ho detto che adesso ho da fare, torni dopo…”.

    Insospettito, il nostro concittadino telefona all’Enel: “Scusate, ma nella zona di Cavallino-Treporti state effettuando delle letture dei contatori nelle abitazioni con vostri addetti?”
    Risposta dell’Enel: “Assolutamente no. Noi non abbiamo chiesto e tanto meno autorizzato nessuno ad agire in questo modo per nostro conto”.

    Nel caso che abbiamo raccontato, la prudenza e l’accortezza hanno consentito di evitare di trovarsi di fronte una persona che, ingannando l’interlocutore sul suo reale scopo e mestiere, cercava di vendere un diverso contratto per l’erogazione dell’energia elettrica.

    Con queste stesse subdole modalità di accedere nelle abitazioni, i malviventi truffano soprattutto gli anziani: entrano nelle casa spacciandosi per quello che non sono e poi, sfruttando la buona fede e la disattenzione, derubano la gente. 

    Purtroppo sempre più spesso, anche nel nostro litorale, suonano alle porte personaggi di tutti i tipi che, attraverso la menzogna, quando va bene cercano di affibbiare soluzioni e prodotti miracolosi (che poi si rivelano spiacevoli raggiri), quando va male rubano e fanno del male.

    Le forze dell’ordine sembra possano fare ben poco nei confronti di chi, anche in modo truffaldino, si spaccia per venditore o sondaggista o chissà che altro. Certamente in qualsiasi altro Paese civile questi imbrogli non sarebbero consentiti e queste persone sarebbero perseguite.      

    Vogliamo lanciare dal nostro sito, per l’ennesima volta, un avvertimento ai nostri lettori e concittadini: diffidate di chi, con qualsiasi scusa, cerca di accedere a casa vostra.

    Non aprite agli sconosciuti, anche a chi si qualifica come tecnico e operatore di servizi. Prima di aprire accertatevi per conto di chi intervengono, telefonando alla ditta o all’ente da cui dicono di essere mandati e nel dubbio lasciateli fuori. Attenzione ai falsi dipendenti delle aziende di luce, gas ed acqua per lettura contatori, ai falsi funzionari INPS addetti al controllo della pensione, ai falsi assistenti sociali, a quelli che chiedono soldi per associazioni ed enti di beneficenza,

    Diffidate dei venditori che vi propongono offerte mirabolanti e che offrono buoni sconti troppo vantaggiosi.

    Evitate di mostrare bollette del gas e luce per un controllo a persone sconosciute e non fornite dati personali, codice fiscale, coordinate bancarie.

    Ricordatevi che i malintenzionati sono anche dei bravi attori, ma non hanno scrupoli a fregare chiunque, anche la povera gente, facendo cadere in trappola le loro vittime raccontando storie del tutto inventate, simulando  situazioni di emergenza, facendo appello alla generosità e disponibilità di chi è più sensibile ma anche più ingenuo.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Auguri Cavallino-Treporti !!!

    I migliori auguri dalla redazione de "Il Litorale", dall'Associazione "I Fari" e dalla "Civica Cavallino-Treporti"

    sabato 24 dicembre 2016 24.12.2016 · Cronaca · di: Redazione