Actv Pieta motonave e battello

Actv, ai disagi non c’è limite

Dopo il taglio di una corsa diretta e gli aumenti sconsiderati e illegittimi, anche i ritardi e i mezzi affollati

domenica 09 agosto 2015 · Cronaca · di: Chiara Sartorato
condividi:
  • 09.08.2015 · Cronaca · di: Chiara Sartorato
    condividi:
  • I disagi provocati da Actv all’utenza di Cavallino-Treporti non sono diminuiti nonostante il coro di proteste che si è sollevato dal comune litoraneo e ben poco in considerazione sono state tenute le osservazioni prodotte dal Comune ai vertici dell’azienda dei trasporti veneziana.

    È noto a chi prende abitualmente i mezzi pubblici che durante la stagione estiva le condizioni di trasporto si complichino. Ma per tutta risposta l’Actv quest’anno ha tagliato un’altra corsa, il diretto di linea 15 delle 18.44 da Venezia per Punta Sabbioni.

    Un taglio incomprensibile perché avvenuto proprio nella stagione estiva, quando i servizi andrebbero incrementati e non ridotti. Così, al posto di due corse ce ne siamo ritrovata una sola, effettuata con una motonave che sarà anche più capiente di un battello, ma è molto più lenta e spesso, purtroppo, accumula ritardi pesanti, tanto che, in alcuni casi, gli utenti hanno perso la coincidenza con il bus Atvo a Punta Sabbioni.

    Tale scelta è a maggior ragione poco chiara se si confronta il servizio - meglio sarebbe chiamarlo disservizio - con le corse della mezz’ora successiva, ma anche della mezz’ora e dell’ora precedente, quando due battelli foranei si staccano dall’approdo della Pietà: uno, diretto e uno con fermata al Lido. Ma per l’azienda alle 18.45 si può anche fare a meno del diretto. Il perché non è dato sapere.

    A fronte di queste situazioni, non si capisce come mai l’utente di Cavallino-Treporti – residente o turista – si sia visto aumentare considerevolmente il costo del titolo di viaggio (il prezzo dell’abbonamento di un lavoratore è triplicato nell’ultimo anno!). In cambio sarebbe stato legittimo attendersi un miglioramento del servizio che invece è ulteriormente scaduto. 

    E francamente appare una presa in giro la sbandierata e osannata estensione della validità del titolo di viaggio alle linee di navigazione e automobilistiche perché a beneficiarne sono davvero in pochi.

    I pendolari di Cavallino-Treporti non si arrendano e tengano alta la guardia, perché la sensazione è che appena può l’Azienda mette mano alle nostre linee. E non certo per potenziarle.

    altre notizie

    Rubriche

    Altre Notizie di questo argomento

    Auguri Cavallino-Treporti !!!

    I migliori auguri dalla redazione de "Il Litorale", dall'Associazione "I Fari" e dalla "Civica Cavallino-Treporti"

    sabato 24 dicembre 2016 24.12.2016 · Cronaca · di: Redazione